domenica 13 luglio 2014

Tre Rifugi Val Pellice Bobbio Pellice(To) 13 Luglio 2014

Foto Tre Rifugi Val Pellice 2014
Classifica Tre Rifugi Val Pellice 2014
Sito Tre Rifugi Val Pellice

Edizione 2013
Edizione 2012
Edizione 2011
Edizione 2010
Edizione 2009

Dal racconto dell'OrcoKambu
Sveglia ore 4:00 . . .
Ma non era Domenica oggi ???
Sì, infatti c’è la 39° edizione del trail della Val Pellice: la mitica ‘Tre Rifugi’ 54,2 km e 3818m di D+ !!!
All’ottava prova dello speciale trofeo Orco dell’anno 2014 oggi 7 orchi: Mazzino, il Presidente, Gianluca ed Io impegnati nella gara lunga; Gabriella, Fiorenzo ed Andrea si misurano invece con i 32,6 km e 2205m D+ del trail ‘Tre Alpeggi’
Partenza ore 7:00, meteo perfetto, neanche una nuvola in cielo, dopo qualche km su strada più o meno in piano ed il caratteristico passaggio sotto le abitazioni nella borgata Rostagni, inizia la prima lunga salita lungo il versante nord della valle.
All’arrivo al col Barant, purtroppo, la visione del Monviso ancora innevato che fa maestosamente capolino dietro il monte Meidassa, è già impedita dalla prime nuvole che si stanno formando sui rilievi più importanti; ed anche il sole comincia ad andare e venire, sopra le nostre teste.
Dopo la veloce discesa al rifugio Barbara eccoci proiettati decisamente in ambiente di alta montagna con la salita al punto più alto della gara, il colle Manzol.
Le nuvole oramai sono dappertutto e continuano a scendere verso valle, i più preoccupati sono i poveri organizzatori dell’evento che gestiscono il ristoro al colle a quota 2700slm con la temperatura di poco al di sopra degli 0°, visto che dovranno aspettare fino all’ultimo concorrente…
Poi finalmente discesa tra splendidi laghetti verdi ed ancora alcuni nevai sino al rifugio Granero e verdissimi pacoli sino alla conca del Prà dove è situato l’ultimo dei tre rifugi toccati dalla gara, il rifugio Willy Jervis: qui un abbondante ristoro e poi via verso la seconda parte della gara!
Una piccola salita spostandosi sul versante sud della valle, poi il traverso che oramai non ha più nulla di ‘panoramico’ visto che siamo immersi in una fittissima nebbia, fino all’alpe Crosenna e intanto il pensiero se le gambe ancora reggeranno l’ultima salita di quasi 700m verso il col Countent.

Le gambe girano ancora bene ed in ‘breve’ è finita anche l’ultima salita, adesso è solo più piano e discesa!
La sterrata in piano ci fa toccare ancora i due alpeggi Bancet e Giulian e poi giù lungo gli ultimi 1400m del discesone finale. Prima sentiero tecnico, poi comoda mulattiera ed infine sterrata: ormai i km che restano sono pochissimi, all’improvviso dopo una curva la stradina asfaltata in mezzo alle prime case di Bobbio, la folla ed un emozione grandissima per il traguardo di questa gara, forse la più ‘storica’ di tutte le alpi occidentali, l’unica competizione addirittura più vecchia di me!
All’arrivo si stanno già proclamando i vincitori: Paolo Bert per la tredicesima volta è sul gradino più alto del podio con il tempo, sempre incredibile di 6:09:51 !
I compagni orchi della gara dei tre alpeggi sono già arrivati; ormai siamo tutti riuniti di nuovo insieme al traguardo, solo di Mazzino si sono perse ormai le tracce tra i monti della valle Pellice, ma alla fine, alle sette di sera passate, ecco arrivare anche lui trionfante al traguardo, sorridente e contento come sempre!






Nessun commento:

Posta un commento