sabato 2 agosto 2014

Red Bull K3 Susa Rocciamelone (To) 2 Agosto 2014

Foto Red Bull K3 Susa Rocciamelone 2014
Classifica Red Bull K3 Rocciamelone 2014
Video Red Bull K3 2014
Sito Red Bull K3

Sito Gli Orchi Trailers ASD

..Forse sta proprio qui la chiave per interpretare la natura del culto tributato dagli antichi al Rocciamelone:la segreta sua fecondità, ch'emanava abbondanze d'acque, di piante e d'animali. Dai suoi fianchi sgorgavan pure sorgenti salate, che attiravan camosci, stambecchi e caprioli...
(Natalino Bartolomasi dal Libro Valsusa Antica Vol.1)

Dal racconto dell'OrcoPinoR
Un evento speciale e mondiale qui in Val di Susa, imperdibile per i runners indigeni.
Già nel 2010 Niko&Mau tentarono una prima edizione con un buon successo. Ma oggi con un nuovo sponsor Asburgico gli iscritti a questo triplo chilometro verticale sono 400.
Nel 1914 gli austriaci dichiararono guerra al mondo...oggi, dopo 100 anni, dichiarano guerra ai record sportivi e cosi sia.
Tutti esauriti i pettorali messi a disposizione. Due Gli Orchi iscritti l'Orconauta e OrcoDavidB.
Il regolamento della competizione cucito addosso a questo K3 per permettere la maggior sicurezza possibile da quota 3300slm alla punta del  Rocciamelone 3538slm dove il sentiero esposto e su roccia (grado EE) permette il passaggio di un solo atleta.
In punta al Rocciamelone si trova il santuario più alto d'Europa ed un piccolo rifugio per gli escursionisti.

Estratto dal regolamento K3 distanze 3000D+ in 10km
Primo checkpoint fissato in località Trucco (1750 m s.l.m.) 
-Dislivello reale dal punto di partenza: 1100m
- 4,3 chilometri di distanza dalla partenza
- Il 20% degli iscritti della categoria uomo e della categoria donna a superare per ultimi il checkpoint il Truc sarà eliminato dalla competizione
Secondo checkpoint fissato presso il Rifugio Cà d’Asti (2850 m s.l.m.) 
- Dislivello reale dal punto di partenza: 2300m
- 8,1 chilometri di distanza dalla partenza
- Il 20% del totale iscritti della categoria uomo e della categoria donna a superare per primi il checkpoint potranno proseguire la competizione.

Dei 400 Iscritti  sono 102 i fortunati atleti saliti in cima al Rocciamelone.
Frantumato il record di Daniele Ivol del 1988 di 2h 14min dall'italiano e specialista  Marco Moletto con 2h 6min ... incredibile prestazione..

Qui un estratto della classifica generale
Donne
1) Laura Ourgué in 2h22'38"
2) Stevie Kremer
3) Corinne Favre

Uomini
1) Marco Moletto in 2h06'33".
2) Martin Ventosa Ferran Texido
3) Nejic Kuhar

Da tifosi siamo presenti per visionare bene il percorso. Siamo partiti da Susa(To) Piazza della Repubblica alle ore 7.00.
Il tracciato gara segue il sentiero 558 che dal santuario della Madonna del Rocciamelone in Mompantero sale prima alla borgata Seghino e poi alla località IL TRUC dove è posto il primo cancello.
Dal Truc all'agriturismo la Darbunera 1900 slm,  un ampio sentiero si sposta verso nord est per iniziare la parte più complessa del percorso.
Non si segue il classico sentiero dei pellegrini che salgono al Santuario...affatto!!!.
Si prosegue dritti sul pratone che costeggia salendo a sinistra il sentiero principale.
Il pratone si presenta con pendenze impossibili e con la pioggia di questi giorni fanno diventare il percorso arcigno, duro e rischioso.
Se si scivola giù..si gioca a bowling...
A circa 200 D+ dal rifugio Ca D'Asti 2800 slm,  il tracciato prosegue sul sentiero classico.
Dal Rifugio Ca D'asti dove è posto il secondo cancello, la gara prosegue in direttissima, su sfasciumi, sempre a sinistra del sentiero classico, anche qui con tratti con grado EE, reso ancora più complesso dalla pioggia ed a tratti dalla neve.
Dalla Croce di ferro 3300slm il tracciato segue il sentiero classico...meno male!!!
Il rischio che la gara fosse interrotta c'e' stato intorno alle 10.30 a.m. quando scrosci di acqua gelata e neve si sono abbattuti sul tracciato da quota 2800 slm alla cima 3538 slm.
Una schiarita successiva permetterà ai 100 fortunati di concludere questa riuscita ed estrema manifestazione.
Noi tifosi; OrcoSanto, OrcoRoccia e OrcoPinoR ci siamo fermati al rifugio Ca D'asti per immortalare i Top Runners, cambiarci e per un caldo bicchiere di caffè.
Visti passare i primi 100 atleti, e visto il freddo ci rimettiamo in cammino verso Susa premiati, nel bosco del sentiero 558.
Sua Umidità, la Grande Madre, micologicamente ci regala PORCINI COME SE PIOVESSE.





3 commenti:

  1. @Franchino
    Proprio sul sentiero 558...ma OrcoRoccia è fungaiolo con i fiocchi...

    RispondiElimina
  2. RED BULL ti mette le ali (...)

    RispondiElimina