sabato 29 agosto 2020

Bici Bdc Passo dello Stelvio & Passo Gavia da Bormio(So) 25 Agosto 2020

 


Passo Stelvio da Merano Val Venosta Agosto 2013
Passo Mortirolo da Monno e da Mazzo in Valtellina Giugno 2019

Dalle note dell'OrcoPinoR
Fallito causa Covid-19 il viaggio in Polonia pianificato per il mese di Aprile, ci riproviamo con un trip in macchina in Italia. Del mare neanche a parlarne; caldo, bolgia ed anche le noiose mascherine dissuaderebbero anche Popeye the Sailor man.

La scelta cade sull'Alta ValTellina per diversi motivi:
- Non sono mai stato a Bormio e zone limitrofe.
- Mai scalato in bdc il passo Gavia e lo Stelvio lato Lombardo(lato Altoatesino scalato da Merano nel 2013). Nel Giugno 2019 alla GF Gavia-Mortirolo il passo Gavia era saltato per via di una frana in Valfurva, e gli organizzatori ci avevano fatto scalare il Mortirolo 2 volte, da Monno e da Mazzo in Valtellina.
- Mai stato neanche a Livigno sede, insieme a Bormio, delle future Olimpiade invernali del 2026.

Decido di andare a Bormio senza la mia bici. L'affittero' in loco con l'intenzione di scalare in due giorni diversi i passi Gavia e Stelvio.
Arrivati a Bormio da Sondrio, mi accorgo che i negozi che affittano bici da corsa sono rari e che il costo giornaliero è parecchio esoso. Circa 50euro al di'. Cambio idea al volo e decido di scalare in giornata prima il Gavia e poi Stelvio. La sfida si fa ardua. Per dirla in parole povere; sono tutti caxxi miei. Mannaggia a me ed alle mie mattane.

I numeri :
- Partenza da Bornio 1220 Slm alle ore 8.30.
- Passo Gavia 2621 Slm
- Discesa a Bormio
- Passo dello Stelvio 2760 Slm
- Discesa a Bormio, arrivo alle ore 15.15
Per 95km e 2900D+

Il negozio di bici Ski&Bike mi propone una Trek Emonda con freni tradizionali, guarnitura Ultegra e ruote Fulcrum 3. Bici leggera e sella scomodissima
Riesco a partire da Bormio alle 8.30, appena il negozio ha aperto i battenti. Primo obiettivo il passo Gavia in alta Valfurva. 
Bormio
                                                          BORMIO
Inizio a pedalare in una mattinata gelata dopo il maltempo di ieri sera. Siamo a circa 10 gradi sopra le zero e per salire al Gavia ci sono 26km e 1400D+ . Si sale veloce per 13km e 500D+ che portano al piccolo paesino di S.Caterina ValFurva a quota 1730 Slm.
Da S.Caterina mancano ancora 13km e 900D+. Le pendenze si fanno interessanti, il freddo in salita inesistente. Il traffico scarsissimo. 
I primi 10km i più tosti. Gli ultimi 3km quasi un piattume da spingere con  il padellone. Il Passo è magnifico. Da una parte la Valfurva dall'altra l'alta Val Camonica.


La discesa dal Gavia da prendere con le molle, per via dell'asfalto non bello e per la bici affittata di cui non conosco il comportamento in discesa. 
Arrivo a Bormio bello gelato. Attacco la salita di sua maestà lo Stelvio a quota 1220 Slm e con 40 tornanti e 21km da scalare.

L'unica borraccia riempita a metà, ed il prossimo bar che si trova a -10km dal passo Stelvio.
Il terrore è  quello di rimanere senz'acqua. Mi salva a -15km una famigliola che sta seguendo un parente ed a cui chiedo la carità di 500cc di acqua. Grazie chiunque voi siate stati.
Prima del 30esimo tornante, faccio amicizia con Gigi, un ciclista di Levanto(Sp). Mi assicura che il peggio è fatto. I futuri tornanti sono abbordabili e prima degli ultimi 3km le pendenze si fanno più dolci. Si chiacchiera, si pedala  cosi che il bivio per Umbrail(Ch) arriva facile.
Dal bivio Svizzero, gli ultimi 3km li patisco per motivi che ben conosco. Ho bevuto poco, mangiato scarsamente, il Gavia sulle gambe e l'altitudine si fanno sentire. All'arrivo la soddisfazione è tanta. Ma la salita lato Val Venosta è un altro paio di maniche. Molto, ma molta più tosta.

Il Passo dello Stelvio è sempre frequentatissimo da motociclisti e automobilisti. Oggi un manicomio. Indefesso il camioncino dei Wurstel&Krauti da 54anni (intervistato proprietario) continua a deliziare, i turisti del passo, con le sue leccornie SudTirolesi. 


Visita veloce al monumento dedicato al mito Fausto Coppi ed uno sguardo strappato al rifugio Pirovano a quota 3020 Slm, dove si puo' giungere con la Mtb, o come si usa adesso con la Gravel.

Sono molto soddisfatto della giornata, e dopo una prudente discese sono stato insignito con cappellino Finisher.

Duca di Gavia, Conte del Mortirolo e Principe dello Stelvio.



1 commento: