sabato 28 gennaio 2012

WINTER DUATHLON Pragelato 28 Gennaio 2012


Tutte le foto Winter Duathlon Pragelato
Classifica Winter Duathlon Pragelato 2012

Davide Nerattini e Alberto Rovera i due motori di Italia Triathlon e organizzatori di questa seconda edizione del Winter Duathlon (la prima a Pragelato).
Due veri professionisti nell'organizzare gare di ogni genere, due veri appassionati di sport che ho avuto modo di conoscere nel 2008 alla prima edizione dell'ormai famosa VIA DEI LUPI in quel di Limone Piemonte.

Il Winter Duahtlon è una gara per veri triathleti, da affrontare sulle nevi dell'olimpica Pragelato presso le piste di fondo di borgata PLAN ed e' composta da :
- 4 km di corsa
- 10 km di sci di fondo
- 2 km di corsa

La gara mi e' stata proposta con partecipazione in Staffetta dall'Orco Andrea che parteciperà alla frazione dello sci di fondo mentre io alle frazioni di corsa.
Un inverno cosi poco invernale era da tempo che non si vedeva, la neve tarda ad arrivare mentre già in questo caldo Gennaio le primule fanno un prematuro capolino.
Ma il 28 Gennaio giorno del Winter Duathlon ecco arrivare dalla Siberia una perturbazione che non si vedeva da 27 anni ovvero dal lontano 1985.
Inizio della perturbazione pomeriggio del 28 Gennaio , almeno cosi dice Nimbus ore 15.30 naturalmente partenza della gara.

A noi si unisce anche l'Orco PinoPic che vuole approfittare del pomeriggio di Sabato, suo spazio vitale, per provare le nuove ciaspole da run sulle piste di
Pragelato in vista della Racchette in valle del 12 Febbraio 2012.

Alle 12.00 a.m. un pranzo a base di pasta in bianco, prosciutto cotto e un mandarino.
La Macchina e' stracolma di attrezzature per scivolare,mordere,calpestare una neve sparata dai cannoni di innevamento artificiale:
- 3 paia di sci di fondo con relativi bastoncini e scarpe
- scarpe da running
- Ciaspole da running

Un caffè e 4 chiacchere al Bar di Pragelato e poi su a borgata Plan presso il centro dello sci di fondo per il ritiro dei pettorali e le ultime pratiche burocratiche per partecipare al Winter Duahtlon.
L'atomsfera e' famigliare molti triathleti a noi sconosciuti e altre facce note ;Marco Abba, Nadia DalBEN con marito, l'onnipresente Pavan, Bausano Pierangelo ....

Piccolo Briefing di Nerattini che ci informa che la pista per la frazione di corsa è ghiacciata e occorre prestare attenzione.

Prima della partenza il trio si scalda con gli sci di fondo, nevica una neve pesante e la pista è estremamente lenta, per chi dovra' fare la frazione con gli sci ' A SARA DURA'.

Ore 15.30 e il via viene dato dal giudice di gara con una trombetta rossa da stadio, a momenti mi viene un'infarto non l'avevo vista.
I primi 200 metri e i grandi (i migliori atleti) sono piccoli (li vedo in lontananza), difficile stare in piedi con ghiaccio e neve, alla prima discesa perdo l'equilibrio... lo recupero quasi...ma l'altra gamba trova solo ghiaccio così che cado rovinosamente scivolando... interpretando la caduta e giocando sull'inerzia sono subito in piedi e recupero brillantemente la posizione.
Il secondo giro và un po meglio e chiudo la frazione dei 4km in circa 22min.
Ecco andrea alla zona cambio, veloce gli passo il pettorale nr.100, ed eccolo partire a razzo...almeno mi è sembrato.
Sudato fradicio vado in macchina con PinoPic per cambiarmi la maglia e metterne una asciutta per non rischiare , in attesa della 3 frazione di corsa, di non prendermi un'infreddatura che potrebbe tramutarsi, non si sà mai, in una BroncoPolmonite asmatica bilaterale con complicazioni pneumologiche.

Andrea deve compiere 4 giri di un'anello che presenta 4 piccole ma terribili salite ,le avrete viste alle gare delle Olimpiade invernali di Torino 2006.
Ammazzo l'attesa bevendo un thè caldo e scattando qualche foto... ma Andrea dov'è...eccolo che conclude il terzo giro.
I primi duathleti terminano la gara.....
Eccolo Andrea sfinito da 10 km durissimi conclusi in 44 minuti, non male per essere dei neofiti del fondo e alla prima uscita stagionale.

Ci scambiamo nuovamente il pettorale e cerco di partire a razzo per correre l'ultima frazione di 2km di corsa, il piu' veloce possibile.
Supero qualche atleta riconoscibile dal pettorale con numero inferiore al 100.
Chiudo la frazione in 12min, bho forse non mi sono scaldato abbastanza o forse non sono mai entrato nello spirito di questo tostissimo duathlon.

Davide Nerattini al traguardo incita tutti, e per tutti una battuta e un apprezzamento.. altro che alcuni telecronisiti di RAI Sport.
Su 13 staffette terminiamo 12esimi, l'onore è salvo.
Al termine della gara ci attende un ristoro a dir poco lussuoso; Torta casalinga, crostata, the caldo, barrette energetiche e udite udite la cioccolata con panna.
Le Docce calde del centro di fondo sono una favola, rinfilare i bagagli in macchina un po' meno, ma a suon di calci e pugni entra tutto e possiamo partire per affrontare una ghiacciata statale che ci riporta nelle lande Padane.

Tutte le foto Winter Duathlon Pragelato
Classifica Winter Duathlon Pragelato 2012


Nessun commento:

Posta un commento