domenica 20 settembre 2009

Corso di Roccia Set-Ott-Nov 2009


Dal racconto dell'OrcoPinoR
Sempre in me presente l'attrazione per il vuoto già in tenera età, quando con mio padre con la vespa 50 si saliva al monte Erice ad ammirare il meraviglioso spettacolo che offriva la vista da lassù. Guardando a Ovest le Egadi, isole bellissime formatesi, dice la leggenda, dai massi che i Ciclopi gettarono in mare. Guardando a Sud, le Saline e più in lontananza la valle di templi. Mirando ad est, la ricca e coltivata pianura del Trapanese, a nord il monte Cofano scoglio perfetto a picco sul mare.

Da Erice la sensazione di essere in montagna è netta. E da li che l'attrazione per il vuoto mi arriva.
Tanti anni fa'(1978/79) quando il Palavela di Torino era stato attrezzato a luogo multidisciplinare dello sport tra cui una palestra di arrampicata, mi ero cimentato in un piccolo corso indoor su appoggi in vetroresina. Poi più niente.

Adesso L'OrcoFilippo, istruttore INA, mi offre su un piatto d'argento un corso di arrampicata su roccia .... come rifiutare.
L'OrcoPinoPic non se lo fa dire due volte, ed eccoci cosi iscritti al corso di Roccia del Cai di Valdellatorre.

Le corse a perdifiato per gli antri forestosi e per i fitti boschi non sono finiti. Ci prepariamo con questo corso a balzare piu' in alto e Orchi piu' che mai.
All'iscrizione troviamo ,piacevolmente, le persone che organizzano la Maratona Alpina di Valdellatorre; Luigi, Alfredo ed altri.

La prima fase teorica e' stata molto interessante; scopo del corso, spiegazione materiali da usare, tecnica di arrampicata del romano Paolo Caruso. Tutto molto interessante.
Nella seconda fase teorica si entra nel vivo con dettagli sulla tecnica di arrampicata. Il primo nodo da imparare,dove a dire la verità a memorizzarlo ci si mette un po'.

La prima uscita alle falesie Roche Baron di Briancon, 7 ore a provare le tecniche base dell'arrampicata. Tutto molto divertente ma su terreno non proprio confacenti agli Orchi anche se dopotutto alle miniere di Moria siamo di casa.
Nessuna paura del vuoto...la sicurezza dei materiali e la capacita' degli istruttori ci fa trascorrere una bella giornata.

L'ultima parete per me è troppo, la interrompo a un 1/4, al momento tropo complessa. Attrattivamente so' che la salita e' solo rimandata alla prossima uscita. Il corso terminerà a Novembre e per quel tempo noi Orchi ci faremo crescere gli artigli di mani e piedi e allora potremmo arrampicare a piedi nudi e senza corde.