domenica 20 novembre 2011

Ecomaratona di Alba 20 Novembre 2011


Foto EcoMaratona di Alba 2011
Sito EcoMaratona di Alba

La data prevista per questa seconda edizione dell'Ecomaratona del Barbaresco e del Tartufo bianco d'Alba (altro che TOR de Geants) era il 6 Novembre 2011, ma un violento nubifragio che si è abbattuto nell'Italia Nord-Occidentale la settimana dello svolgimento, e che ha causato ahimè 15 vittime in liguria e Toscana, ne ha impedito la regolare attuazione.
Il fine settimana prima della gara, i bollettini davano, come zone di rischio. tutti gli alvei dei torrenti e fiumi ... figuriamoci quindi lo svolgimento dell'Ecomaratona che percorre la piana del fiume Tanaro.
Tant'è che il Venerdì 4 Novembre 2011 il sindaco sospendeva l'Ecomaratona, a data da destinarsi.
Molto saggiamente l'organizzazione sposta la gara al 20 Novembre 2011, la settimana successiva della Turin Marathon.
La decisione, per chi ha intrapreso la Turin Marathon il 13 Nov 2011, di partecipare all'Ecomaratona non e' stata semplice sopratutto se ci si è già iscritti alla 42km (alcuni hanno cambiato al volo il chilometraggio il giorno stesso della gara).
Da parte mia ,partecipo a cuor leggero visto che la mia iscrizione era per i ridotti 21km, e come me anche Jerome ha optato per la gara breve.

Obiettivo, assorbire meglio la maratona di Torino del 13 nov 2011, godere dei trionfi autunnali langaroli, passare un giornata di festa in allegria e inebriarsi dei cibi slow a km zero, che solo il basso Piemonte sa offrire.

L'inverno ormai alle porte
lividi i colori
spoglie le viti,
ma ricche le tavole
di tuberi e frutti.
Su ripide strade
di vecchi paesi,
avide gole
inebriate da
antichi vini,
assaporano
genuini sapori


E' l'Alba quando alle 6,30 di un nebbioso mattino lasciamo casa e con Germana ci dirigiamo ad Alba luogo di partenza della competizione.
In circa un'ora copriamo al distanza autostradale grazie alla nuova bretella che direttamente, senza uscite intermedie, da Torino, ci catapulta in quel di Alba sita sulla riva destra del Tanaro; città romana, medioevale, risorgimentale, contadina, partigiana....insomma carica di storia.
Situata su una vasta piana, circondata dalle splendide colline ricche di vigneti delle Langhe e del Roero.

Ad una ventina di chilometri da Alba ecco Narzole dove ho trascorso gli anni felici della fanciullezza. La stessa terra argillosa che declina con scoscese RIVE verso il Tanaro, la skyLine sulle Alpi con il Re di Pietra guardiano di tutto.
Sembra di essere ritornato bambino, il dialetto piemontese imbastardito di ligure, e poi le dolci colline che ti riempiono gli occhi e non ti stancano mai.

Il ritrovo, per la partenza, e' in piazza Risorgimento in pieno centro storico di AlBA.
La fiera del tartufo è ormai consumata da settimane, ma l'atmosfera ne è ancora intrisa... ed e' un bel preludio per la giornata.
L'arco della partenza montato in piazza Risorgimento e' a pochi metri dall'ingresso del bellissimo DUOMO del 1500 in stile gotico-lombardo.
Stuole di fedeli la domenica si ritrovavano in questa piazza, ed oggi ancora si replica. Ma sono i fedeli della corsa a prendere possesso della piazza e ad officiare.
Trecento i partenti, suddivisi in 100 per la 42 e 200 per la 21km.
Cielo terso, temperatura sui 5 gradi.
Per la 42 il percorso prevede un giro ad anello che da Alba, passando dal comune di Barbaresco, porta a Neive e ritorno, mentre la 21km termina a Neive con rientro ad Alba con Navetta per l'appuntamento, paritetico tra 21km e 42km, del pranzo offerto dalla sponsorizzatissima organizzazione.
La mia personale pianificazione prevede invece, appuntamento con Germana a Neive poi da li, cantina dopo cantina ci sposteremo a Priocca dove ci attendono i proprietari della Sinfonia dei Sapori che ci allieteranno con i loro piatti langaroli.

Se quindi il percorso della gara a detta degli organizzatori sarà splendido , il dopo gara o terzo tempo non sarà da meno.
Partenza alle 9.10 circa, prima per le strade cittadine poi per il parco antistante e a seguire i Sentieri di Beppe Fenoglio quello del libro e film il Partigiano Jhonny ambientato al termine dell'occupazione naziFascista del 1944.
Un breve tratto di sterrato di collina argillosa a seguire la salita su asfalto che porta nel centro del comune di Barbaresco. Ancora asfalto fino al borgo nuovo di Neive dove nel campo sportivo e' sito l'arrivo della 21km.

Gara velocissima e gradevole con le strade non completamente bloccate al traffico privato. Ma essendo una normalissima domenica di fine Novembre, non ho provato ne' disagio ne rancore verso le automobili che ci sorpassavano.

La gara della 42 km, ha visto vincere Lorenzo Trincheri, già vincitore della prima edizione, davanti a Walter Sartor e a Graziano Giordanengo.
La gara femminile della 42km è stata vinta da Laura Mazzucco davantia Carmela Vergura e Canepa Francesca.
La 21 Km è stata vinta da Franco Chiera detto Franchino del Cus Torino. Franchino si è accaparrato il prezioso e consistente Tartufo Bianco d'Alba che l'organizzazione ha messo in palio.

Al termine della gara, troviamo il tempo per fermarci a degustare lo Chardonay della cantina Francone e successivamente per il pranzo a Priocca presso La Sinfonia dei Sapori con:

Tomino d'Alba avvolto nel crudo
Vitello Tonnato
Risotto al tartufo (7 Grammi di tartufo bianco)
Bunet e Tiramisù
Bonarda dei produttori di Govone


W LE LANGHE


1 commento:

  1. Gran bella giornata ma soprattutto una gran bella manifestazione!
    Vedo con piacere che dopo le fatiche della corsa ti sei adeguatamente ristorato!
    A presto!

    RispondiElimina