venerdì 25 maggio 2018

Bici bdc percorso Tappa Nr.20 Giro D'Italia ediz. 101° - Colle Tzecore - Colle ST. Pantalèon - Cervinia(Valle D'Aosta) 25 Maggio 2018


Foto Bici 20 tappa Giro D'Italia 2018
Video Bici 20 tappa Giro D'Italia 2018
Sito Cacciatori di Colli

Dallo scampanio dell'OrcoPinoR

La scelta di visionare uno dei percorsi del Giro D'Italia cade sulla tappa nr.20. Utimo tappone di montagna prima della passerella finale di Roma il 27 Maggio 2018.
Partiremo da Verres cosi da ciclare tutti i colli della tappa. Il trip lo faremo un giorno prima poichè:
- le strade sono pulite a dovere e addobbate a " Gran Pavese"
- Non ci sono blocchi delle strade
- I tifosi sono già piazzati; ci incitano e sono, a volte, molto folkloristici.

I numeri
- Partenza ore 7.30 da Verres(Ao)
- Challand St.Anselm
- Colle Tzecore
- St.Vincent
- Chambave
- Colle St.Pantalèon
- Torgnon
- Antey St.Andrè
- Cervinia

per un totale A/R di 130km 3500D+

Subito in salita il percorso che parte da Verres, di quelle pendenze che alla prima pedalata diresti "Ma chi me lo ha fatto fare?"
Da Verres a Challand St.Anselme la strada sale costante. Al bivio per il Colle Tzecore la pacchia finisce. Inclinazione del manto bituminoso sempre brutale.
Splendido il pianoro del Colle Tzecore posto a 1620lm nel comune di Emarese. Abbiamo macinato già 1250D+
Velocissima discesa con vista panoramica sulla Valle D'Aosta. A St.Vincent L'OrcoPolare ha un problema con la sua "Regina delle Alpi". In un cambio di marcia la catena cade e causa un problema al deragliatore. Poco male si prosegue egualmente dopo un revisione sommaria.
Ci portiamo all'attacco del Colle di St.Pantalèon nel comune di Torgnon.
Salita regolare e una lieta sorpresa prima del colle. Un altopiano da sogno.
Il colle, a 1645slm, vero e proprio è identificato con una piccola area di sosta e con una magnifica vista sul Cervino. Dislivello accumulato 2400

Dopo Torgnon la discesa sulla ValTournenche è veloce. Da Antey St.Andrè a Cervinia i rimanenti 20km e 1000D+. Nel comune dell'omonima valle ci permettiamo una sosta. Da qui ognuno procederà con il proprio passo.
I tifosi si stanno già posizionando ai bordi degli ultimi 10km stradali. Tende, camper, roulotte e griglie-barbecue, ed ancora recinti per caprette eppoi bandiere inglesi che sventolano già a quota 1800slm.
I segni delle valanghe evidenti sul destra orografica, sotto la Grand Muraglie, dalle ultime due rampe finali, quelle che fanno più male.
Ed infine  appare lui il "Cervo" ancora in abito invernale. Magnifico, superbo, adamantino, granitico.
La sosta ai giardinetti con la statua di Mike Bongiorno ci rifocilla a dovere.
Il ritorno è. al solito, ventoso e con una foratura sempre alla regina dell'OrcoPolare. I capricci principeschi per oggi sono finiti.

Dalle emozioni dell'OrcoZoppo
Cambiato il programma per il Giro D'Italia 2018. Perché, invece di andare a vedere il Giro DìItalia sulle salite chegià conosciamo a memoria, non andiamo a vedere i tre colli che affronteranno il 26 Maggio 2018 nella tappa Susa-Cervinia?
Si dai figo. Non l'avessi mai detto.
Detto fatto, si parte da VERRES con la prima ascesa al COLLE TZECORE. 16 km con pendenze subito spacca gambe e gli ultimi 4 KM al 16/17% . Da morire.
Seconda ascesa al COLLE SAINT PANTALEON di 15 KM, con salite più abbordabili, ma non da sottovalutare.
Passiamo all'ultima salita l'arrivo a CERVINIA. Lla più lunga. 20 KM fino a VALTOURNENCHE
tranquilla. Poi si sale senza respiro. Le mie lacrime di commozione per la mia piccola  impresa sono giustificate.
Dimenticavo grandissimi anche i miei due SOCI d'avventura. La possiamo considerare un'impresa dai. Al termine da VERRES A/R 130 KM 3500 D+.


Nessun commento:

Posta un commento