domenica 18 giugno 2017

2° Livigno SkyMarathon (So) 18 Giugno 2017

Classifica Livigno SkyMarathon 2017
Sito Livigno SkyMarathon

Dall'intervista all'OrcoMegaflex

D: Seconda edizione della Livigno SkyMarathon 34km 2700D+ ambiente selvaggio al confini con la Svizzera tedesca.
Hai avuto un bel coraggio ad iscriverti ad una gara in montagna selvaggia e dura. Raccontaci come è nata l'dea di iscriverti.
R:L'idea nasce dal fatto che con mia moglie e mia figlia si voleva trascorrere 3-4 giorni in montagna per vedere posti nuovi. Mi piaceva molto l'idea di sapere che ci fossero loro ad aspettarmi al traguardo. Così quest'inverno mi sono messo alla ricerca di gare in posti nuovi non troppo distanti. In realtà avrei voluto iscrivermi alla Dolomiti Skyrace di Canazzei ma dopo poche ore gli 800 pettorali a disposizioni  erano già tutti esauriti (ci riproverò l'anno prossimo). Mentre ero alla ricerca di possibili gare mi sono ricordato della Livigno SkyMarathon e dopo aver letto il regolamento e visionato il bellissimo filmato disponibile sul sito della gara dell'anno precedente mi sono iscritto immediatamente..

D: il sito gara è piuttosto distante da Torino, come hai gestito il viaggio ed il pernotto a santa Caterina.
R: Livigno dista 340 km da Torino ma ci voglio più di 5 ore di auto per raggiungerla, non è proprio comodissima ma secondo me ne vale la pena .Livigno è situata su di un enorme pianoro a 1800 metri circondato da montagne bellissime, un paradiso d'inverno per gli sciatori e per gli appassionati di downhill in estate. Per quanto riguarda la sistemazione abbiamo trovato non molto lontano dal centro del paese un caratteristico appartamento con 6 posti letto a 350 euro ,prezzi abbordabili.

D: Come giudichi la logistica ed il tracciato della manifestazione.
R: i primi 15-20 km sono spettacolari da togliere quel poco di fiato che resta dopo le dure salite. I  passaggi in cresta sono tecnici e spesso molto esposti ma bellissimi . Il tracciato è segnalato molto bene e presidiato nei punti giusti con molti ristori ristori praticamente uno ogni 3-4 km. 

D: Il percorso ripido e tecnico ti ha messo in difficoltà.
R: ci sono 4 salite secche con altrettante discese , una in particolare  molto lunga su sfasciumi da fare come dice l'orco Cambu con i piedi uniti come se si stesse sciando, molto divertente ma molto rischiosa ....

D: Quale personaggio tra i partenti ti ha colpito particolarmente.
R: mi ha colpito il numero elevato di stranieri, molti spagnoli, cechi, elvetici qualche russo. Tutti questi stranieri mi hanno fatto sentire in dovere di impegnarmi per ben figurare come italiano.

D: Tanti gli skyrunner alla partenza, come hai gestito questo momento importante.
R: alla partenza ero molto nervoso , c'erano tanti stranieri come ho già detto e molti di ottimo livello .Ho cercato di  tranquillizzarmi  pensando di essere molto fortunato di avere l'opportunità di vedere posti davvero incantevoli . La giornata ci ha regalato un clima gradevole e dei colori magnifici .

D: Le temperature di questa bollente estate non hanno aiutato, ti hanno messo a dura prova.
R: a Livigno non ha mai fatto troppo caldo anche nelle ore centrali si raggiungevano al massimo i 24°C e di notte si dormiva con pigiama e lenzuola, uno spettacolo. Alla partenza della gara ci saranno stati circa  14°C ma l'atmosfera si è subito surriscaldata.

D: I tifosi locali  sono riusciti a darti una carica e sferzata di energia
R: mi aspettavo un'accoglienza più calorosa , in realtà il paese non sembrava essere al corrente dell'evento , alla partenza c'erano solo circa i 200 skyrunner e qualche amico /parente che era venuto a vedere la partenza. Lungo il percorso non ho trovato molta gente anzi .... 

D: Raccontaci  di qualche peripezia che hai dovuto affrontare durante la gara o le difficoltà che hai dovuto superare.
R: durante una discesa dopo il 12° km le gambe erano ancora fresche e ho provato a spingere un po'. Mentre scendevo con la punta del piede sono rimasto incastro sotto una roccia e mi sono ritrovato catapultato in avanti . Quando il piede ritardatario finalmente è arrivato per sorreggermi ero ormai sbilanciato completamente in avanti  ad una velocità per me incredibile tanto che non riuscivo più a fermarmi e pensavo che l'impatto con il terreno era ormai garantito. Dopo 10-15 metri  di metri fatti imprecando e sbracciandomi sono riuscito a stabilizzarmi e finalmente a fermarmi. Dopo essermi giocato il jolly ho ripreso la corsa cercando di fare moooolta attenzione in discesa dove si rischia qualcosa in più ma a volte e talmente divertente che è difficile resistere .....

D:cosa ne pensi del terzo tempo... cioè ristoro finale , docce, premi...ect.
R: in pratica posso dire di non ho partecipato al terzo tempo perchè una volta giunta al traguardo sono andato a casa a fare la doccia. Il pranzo offerto dagli organizzatori era a circa 3 km dall'arrivo e non avevo nessuna voglia di prendere l'auto o fare ancora qualche metro a piedi così abbiamo deciso di mangiare qualcosa nel centro del paese . Nel pacco gara c'era una bellissima maglia tecnica a maniche lunghe con una buona bottiglia di vino locale  più qualche prodotto tipico come la bresaola, davvero non ci si poteva lamentare.

D: Quali sono i tuoi prossimi programmi sportivi da qui a fine anno.
R: ci sono diverse gare a cui mi piacerebbe partecipare e tra l'altro molto diverse tra loro ma per vari impegni non so quanto saranno fattibili. La prima è il 3K del Rocciamelone per me durissima perchè non sono assolutamente uno scalatore ma mi piace mettermi alla prova. Un'altra molto bella è la via di Annibale il 3 Settembre 40 km e 3300 D+ , gara molto dura ma molto bella con diversi passaggi oltre i 3000 m.In fine mi piacerebbe fare la Marathona di Torino e chiuderla sotto le tre ore , staremo a vedere.

Grazie OrcoMegaFlex e buone corse.


1 commento:

  1. Posto speciale Livigno, non ostante le sue contraddizioni. Più che un altipiano sembra essere un "buco" in quanto da qualsiasi parte ci arrivi devi sempre scenderci. E d'inverno anche la luce fa fatica ad arrivare in fondo. Bella esperienza.

    RispondiElimina