domenica 11 settembre 2016

TOR DES GEANTS diario Courmayeur(Ao) 11 - 17 Settembre 2016

Foto Tor Des Geants 2016 Niel-Gressoney
Classifica Tor des Geants 2016
Sito Tor des Geants

Edizione 2015
Edizione 2014
Edizione 2013
Edizione 2012
Edizione 2011
Edizione 2010

"Ecco Grande Madre mi hai dato un corpo nuovo, ne ho fatto buon uso e l'ho consumato tutto. GRAZIE la mia vita è stata intensa e non mi sono risparmiato". (R.G.A)

Dal  diario dell'OrcoPinoR
Sabato 10 Settembre 2016 

Ed incredibilmente dopo neanche 48 ore dal temine del 4K Alpine Endurance VDA che ha visto 3 Orchi partecipanti di cui 2 Finisher, oggi 11 Settembre parte la 7°edizione del Tor des Geants. Nuovi sponsor, nuove prospettive e due Orchi allo Start.
OrcoMami e OgreDoctor alla prima iscrizione fatta a Febbraio 2016 vengono inseriti nella lista dei partenti.
OrcoMami, oserei dire, innamorato dei percorsi delle Alte Vie Valdostane e dichiaratamente pronto a prendersi la sua rivincita sul Tor2015. Questo è l'anno del suo 60° genetliaco e quale miglior regalo la ri-partecipazione al TOR. Caricato e mai domo.
OgreDoctor di fibra sarda mischiata con la criptonite. Arriva alla partenza del TOR "asciuttissimo" e pronto a non mollare. "Mi devono abbattere, piuttosto che fermarmi" queste le sue testuali parole.
Entrambi hanno preso alloggio presso il rifugio Monte Bianco in Val Veny, oasi di quiete prima di scatenarsi su e giù per la Valle D'Aosta per 330km e 24.000D+ con il tempo massimo di 150H.
Sono saliti in una calda Courmayeur oggi 10 Settembre 2016. Ritiro pettorali, sacca e le tensioni pre-vigilia, nessun sistema GPS viene fornito agli Atleti. Come ci comunica OgreDoctor "La parte facile è conclusa".

Domenica 11 Settembre 2016 
Video partenza Tor des Geants 2016

Alle 10.00 Silvano Gadin, si proprio lui, lo stesso speaker del 4K, con il classico conto alla rovescia da il via alla 7°edizione del TOR des Geants. 830 atleti partenti, da tutto il mondo.
I nostri due Orchi procedono di buona lena, davanti OgreDoctor di qualche ora.
                                       Foto Omar Riccardi

Lunedi 12 Settembre 2016 
L'OrcoMami per problemi fisici si ritira alle 5.30 a.m. dopo la base Vita di Valgrisanche. il suo messaggio da whatsApp:
"Spiace darvi la notizia ... Ho avuto dolori alle ginocchia, di più su quella non operata. Ho sopportato tre discese ed ero in forte ritardo sulla tabella di marcia che mi ero imposto. Non ne potevo più. Mi sono ritirato e sto tornando alla base vita di ValGrisanche"
                           Foto Omar Riccardi Base vita ValGrisanche

Alle 12.35 Il primo atleta in testa, l'italiano Oliviero Bosatelli esce dalla base vita di Donnas. Dopo 150km e 12500D+ . Pazzesco è già al giro di boa a metà percorso dopo appena 26ore. Si appresta a proseguire sui sentieri dell'Alta via nr.1. Con questo ritmo il record del 2013 di 70ore dello spagnolo Iker Karrera verrà frantumato.
Alle 21.46 OgreDoctor esce dalla base vita di Cogne dopo aver percorso 100km e 10.000D+ circa.
                           Foto Omar Riccardi Base vita Cogne

Martedi 13 Settembre 2016 
Caldo fuori stagione, da luglio inoltrato sui percorsi del TOR.
Il nostro OgreDoctor alla velocità di crociera di 3km/h si ferma 1ora alla base vita di Donnas. Ne esce  alle ore 11,00 e procede spedito come una locomotiva verso Gressoney(Ao).
160 i ritirati ad oggi Martedi 13 Ser 2016. Il meteo è ottimo la differenza per i tapascioni saranno le piogge e il freddo previsti da Mercoledi sera 14 Set 2016.
Nelle posizioni di testa, uomini, rimane tutto invariato con Bosatelli davanti ai due spagnoli che gli tengono il fiato sul collo.
Per le posizioni di testa, donne, Lisa Borzani in testa con un vantaggio di 2ore, in 4° l'inossidabile Marina Plavan classe 1961.
                                                            Base vita Donnas

Mercoledi 14 Settembre 2016 
Foto Tor Des Geants 2016 Niel-Gressoney
Stamane di buon'ora siamo partiti, con OrcoSherpaMazinga, alla volta della Valle di Gressoney per dare un piccolo supporto ad OgreDoctor.
All'ingresso in valle gli telefoniamo e ci risponde che ha le ossa parcheggiate al ristoro di Niel rifugio LaGruba 1450slm. Aspettacci OgreDoctor che arriviamo.
Lo troviamo a Niel, un po' pesto, ma tutto sommato cosciente e con un tono muscolare ottimo.  Ci racconta delle sue allucinazioni:"Vedevo le pubblicità che scorrevano sui tratti in asfalto".
Decidiamo di accompagnarlo fino colle Lazouney 2400slm.
Il passo è da 3km/h. Alpino. In circa 2ore percorriamo 1000D+ e circa 6km. Decine i concorrenti rincuorati  con il nostro Santo Campanaccio.
Al colle ci lasciamo e ritorniamo a Niel per il nostro meritato panino. Rifocillati ci fiondiamo giù verso la base vita di Gressoney dove speriamo di riprendere OgreDoctor e dargli assistenza alla base vita. Siamo a km200 e 18500D+.

Lo prendiamo sullo stradone che immette al palazzetto dello Sport, per tramortirlo definitivamente mettiamo a palla l'utlima di Enrique Iglesias "Duele El Corazon".
Poi ci facciamo seri e come una squadra di F1 affiatata al cambio gomme, ci prepariamo a trattare OgreDoctor come una macchina da corsa:
- OrcoSherpaMazzinga si occupa della doccia e cibo
- OrcoPinor, massaggi, preparazione zaino per la ripartenza e dislocazione per la breve nanna.
Al termine del Pit Stop lo mettiamo quindi a letto puntando la sveglia alle 16.00
Buona fortuna OgreDoctor e in bocca all'Orco (che viva).

Alle 13.10 arriva a Courmayeur dopo 75ore e vince la 7° edizione l'Italiano 47enne bergamasco Oliviero Bosatelli, dietro di lui a 6ore di distanza lo spagnolo Oscar Perez, terza piazza per Pablo Criado Toca

Giovedi 15 Settembre 2016
Piove a dirotto sul Tor des Geants. alle 7.20 di questa mattina, finalmente autunnale, arriva il messaggio telegrafico di OgreDoctor:
"Sono a Valtournanche, massaggio, dormitina e via sotto la pioggia"
Alle 7.48 OgreDctor esce dalla base vita di Valtournenche sotto un diluvio amazzonico. Una corsa al cardioPalmas.
Intanto qualche ora prima, alla 5.09  a.m. la prima donna taglia il traguardo di Courmayeur, Lisa Borzani finisce la sua fatica  e chiude da gigante il suo Tor  in 91ore.

Venerdì 16 Settembre 2016
Ad oggi 300 i ritirati su 830 partenti, Le piogge, il freddo, la stanchezza hanno piegato i più deboli, i meno preparati fisicamente e sopratutto mentalmente. Quelli che sono stati vinti dalla sfida "Contro se stessi", o forse hanno capito che bisogna amarsi di più e sfidarsi di meno. Parliamoci chiaro, a mio parere, Il Tor è Agonismo, competizione, l'estrema sfida con i ragazzi di Courmayeur che l'hanno generata e proposta; Il tour della Valle D'aosta in un sol fiato toccando i 4 giganti MonteBianco, Cervino, MonteRosa, GranParadiso. Montagna over 4000.

Per la ricerca di se stessi ci sono metodi da adottare già vecchi di 2500 anni. E come diceva Siddharta Gautama Sakyamuni "la mortificazione del corpo non porta da nessuna parte"
Arrivare ben preparati atleticamente e motivati allo start è, a mio parere, il modo corretto per affrontare la gara. Senza caricare la competizione di significati inesistenti. E dunque meglio
Concentrarsi a correre e camminare senza più riflettere.

Il nostro OgreDoctor intanto alla media dei 2km/h procede spedito verso l'arrivo in ottima posizione di classifica 232°. 
ore 17.30 OgreDoctor ristoro St.Rhemy en Bosses e all'attacco del Malatrà last hill(foto Riccardi-Plavan)

Ci segnalano alcuni trailers, sul percorso TOR, che sugli ultimi due colli Champillon e Malatrà è caduta la neve ed i ramponcini sono d'obbligo.

Sabato 17 Settembre 2016
Alle 4.58 a.m. l'OgreDoctor termina il  suo Tor des Geants 2016 in 255° posizione  nel tempo di 138h e 58min.
I complimenti arrivano copiosi da tutti i soci Gli Orchi Trailers Asd per questo ennesimo obiettivo raggiunto.

I chilometri percorsi risultano essere 339 ed il dislivello positivo pari a 30.908D+. 
Rispetto a quanto dichiarato nel regolamento dall'organizzazione 330km 24000D+ differisce di ... un po'.
                                Foto Omar Riccardi l'arrivo a Courmayeur

Nessun commento:

Posta un commento